PIANO SOCIO SANITARIO REGIONALE, MOZIONE DEL CONSIGLIERE LUCA MARCONI

Luca Marconi – consigliere regionale UDC

Con l’atto si chiede la modifica della normativa nazionale che ha portato al dm 70/2015 e l’inserimento di alcune misure nella proposta della giunta regionale di Pssr
Mozione del consigliere Udc Luca Marconi per chiedere al Governo e al Parlamento nazionale la modifica della normativa che ha portato al dm 70/2015, il regolamento che definisce gli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera. “Una riforma lacunosa – spiega Marconi – per quanto riguarda la divisione del sistema di cure tra acuti in ospedale e non acuti affidati alla medicina del territorio”. Con l’atto si chiede l’impegno del presidente della Regione a portare la questione sui competenti tavoli della Conferenza Stato- Regioni. Secondo il consigliere Udc la normativa nazionale andrebbe cambiata “per lasciare autonomia alle regioni virtuose nell’organizzazione dei servizi ospedalieri per acuti nel rispetto del pareggio di bilancio”.
Per quanto riguarda la proposta di piano socio sanitario regionale, con l’atto si sollecita l’inserimento di alcune misure. A partire dall’aziendalizzazione degli ospedali per acuti “prevedendo una struttura per ogni Area Vasta – si legge nella mozione – che raccolga tutte le sedi presenti sul territorio provinciale ad esclusione dell’Azienda Regionale di Torrette”. Inoltre si chiede “il ripristino di almeno un Punto di primo Intervento per Area Vasta nella sede di ospedale di comunità; di almeno un reparto di chirurgia a ciclo breve/programmata per Area Vasta nella sede di ospedale di comunità; di almeno un reparto di lungo degenza da affiancare alle cure intermedie per Area Vasta nella sede di ospedale di comunità”. Per tali servizi viene chiesto che si contempli “l’utilizzo di personale ospedaliero Asur e, se necessario, convenzionamento dei medici di medicina generale”.

127 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *